Giu
18
Ven
Pordenone – Ven 18 Giugno 2021 @ Capitol
Giu 18@21:00

 

I PAPU  inaugurano “Piano City”

Pordenone

Capitol – via Mazzini, 60

Ore 21.00

Informazioni
www.pianocitypordenone.it  –  Pagina FB PianoCity Pordenone

 

 

COME RAGGIUNGERCI

 

 

 

Giu
20
Dom
Piancavallo – Aviano (PN) – Dom 20 Giugno 2020 @ Piazzale Della Puppa
Giu 20@17:00

 

I PAPU in “De Bes Top Off”

Piancavallo – Aviano (PN)
Piazzale Mario Della Puppa, 1

Ore 17.00

Info: Ortoteatro  348/3009028   info@ortoteatro.it  www.ortoteatro.it 

Ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti; della serie “chi prima arriva meglio alloggia”.

L’ingresso dovrà avvenire secondo le disposizioni di legge: con temperatura corporea non superiore ai 37,5°; con l’uso delle protezioni delle vie respiratorie (non sono soggetti a questo obbligo i bambini al di sotto dei sei anni nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo delle protezioni ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti). I nuclei familiari potranno sedersi vicini.
Si raccomanda l’accesso in modo ordinato e di mantenere la distanza di almeno 1 metro dagli altri utenti o nuclei familiari.

 

 

 

De Bes Top Off vuol essere una sorta di bilancio artistico, un entusiastico sguardo al passato rivisto però con gli occhi di oggi.

I PAPU, interpreti originali della Commedia dell’Arte in chiave moderna, hanno pensato di ripresentare una giocosa carrellata dei loro più noti personaggi, spaziando dai classici sketch di situazione alle loro più recenti caratterizzazioni, nelle quali Andrea & Ramiro riassumono, quasi fondendole assieme, tutte le loro esperienze, forgiando uno spettacolo che sarà anche una rappresentazione delle diverse tipologie e potenzialità del Comico.

Un mix di scene sul fil rouge del verosimile e dell’analisi psicologica, sempre capaci di ricreare un immaginario immediatamente riconoscibile dallo spettatore.

 

 

COME RAGGIUNGERCI

 

Giu
22
Mar
San Daniele (UD) – Mar 22 Giugno 2021 @ Auditorium Alla Fratta
Giu 22@20:15

 

I PAPU in “I Penultimi”
Storie di minatori per non dimenticare

San Daniele del Friuli (UD)

Auditorium alla Fratta  –   Via Ippolito Nievo

ore 20.15

Informazioni e Prenotazioni

Biblioteca Guarneriana – Sezione Moderna
tel:   0432 946567   email:   s.bizzaro@san-daniele.it

 

di e con    Andrea Appi e Ramiro Besa

Suoni e luci  Alberto Biasutti

 

L’epopea dei minatori italiani in Belgio

Subito dopo la seconda guerra mondiale sono partiti in molti, da Prata, per andare a lavorare nelle miniere del Belgio, alla ricerca di un futuro migliore.
O più semplicemente alla ricerca di un futuro, visto che qui, un futuro, non sembrava neanche possibile.
Non è stata una libera scelta; la neonata Repubblica stava cominciando già allora a dar prova di inaffidabilità, visto che da subito si era dimostrata incapace di garantire ai suoi cittadini il diritto al lavoro.
Si può essere costretti a rischiare la vita per lavorare?
Perché fare un lavoro insicuro, malsano e massacrante come quello del minatore, all’epoca significava anche rischiare la vita.
Conoscere la vicenda delle miniere belghe serve ancora oggi per riflettere su una domanda di drammatica attualità: possiamo chiamare Patria una terra da cui si è costretti a fuggire per andare a rischiare la vita… per vivere?

 

COME RAGGIUNGERCI

Giu
23
Mer
San Daniele (UD) – Mer 23 Giugno 2021 @ Auditorium Alla Fratta
Giu 23@20:15

 

I PAPU in “I Penultimi”
Storie di minatori per non dimenticare

San Daniele del Friuli (UD)

Auditorium alla Fratta  –   Via Ippolito Nievo

ore 20.15

Informazioni e Prenotazioni

Biblioteca Guarneriana – Sezione Moderna
tel:   0432 946567   email:   s.bizzaro@san-daniele.it

 

di e con    Andrea Appi e Ramiro Besa

Suoni e luci  Alberto Biasutti

 

L’epopea dei minatori italiani in Belgio

Subito dopo la seconda guerra mondiale sono partiti in molti, da Prata, per andare a lavorare nelle miniere del Belgio, alla ricerca di un futuro migliore.
O più semplicemente alla ricerca di un futuro, visto che qui, un futuro, non sembrava neanche possibile.
Non è stata una libera scelta; la neonata Repubblica stava cominciando già allora a dar prova di inaffidabilità, visto che da subito si era dimostrata incapace di garantire ai suoi cittadini il diritto al lavoro.
Si può essere costretti a rischiare la vita per lavorare?
Perché fare un lavoro insicuro, malsano e massacrante come quello del minatore, all’epoca significava anche rischiare la vita.
Conoscere la vicenda delle miniere belghe serve ancora oggi per riflettere su una domanda di drammatica attualità: possiamo chiamare Patria una terra da cui si è costretti a fuggire per andare a rischiare la vita… per vivere?

 

COME RAGGIUNGERCI

Giu
24
Gio
Roveredo in Piano (PN) – Gio 24 Giugno 2021 @ Piazza Roma
Giu 24@21:00

 

Spartiti & Manette
le colonne sonore dei polizieschi più famosi commentate da I PAPU

Roveredo In Piano (PN)

Piazza Roma

Ore 21.00

 Gabriel Fauré Consort  (instrumental ensemble)
Emanuele Lachin, direttore

 

Informazioni e prenotazioni

partecipazione solo su prenotazione e a numero limitato nel rispetto delle normative anti-covid

assogf.segreteria@gmail.com   –  sms o whatsapp: 347.6302407

 

COME RAGGIUNGERCI

Giu
26
Sab
Valvasone-Arzene (PN) – Sab 26 Giugno 2021 @ Piazza Castello
Giu 26@21:00

 

I PAPU in “Din Don Dante”
dinamiche donne dantesche

Valvasone (PN) – Piazza Castello

Ore 21.00

Informazioni 0434 899377 – biblioteca@valvasonearzene.it

 

La Notte Romantica nei Borghi più Belli d’Italia del Friuli Venezia Giulia.

Un evento con cui si vogliono celebrare l’amore e la bellezza in tutte le loro forme con una serata dedicata al romanticismo

Lo spettacolo è in prima assoluta e in collaborazione con “I Borghi più belli d’Italia in F.V.G.”

 

di e con  I PAPU
Andrea Appi & Ramiro  Besa

Conosciamo molto poco delle donne che hanno fatto parte della vita di Dante. D’altra parte noi uomini conosciamo molto poco delle donne.
A cominciare dalle nostre mogli. Conosciamo però molto poco anche delle donne nate dalla sua fantasia di poeta, descritte spesso solo con pochi versi, senza che questo abbia tolto loro fascino e spessore.
L’interpretazione dichiaratamente Pop che caratterizza questo spettacolo consente quindi di immaginare come potessero essere sia le uno che le altre, dando libero sfogo alle loro passioni, ai loro caratteri e alle loro rivendicazioni, rimaste chiuse da secoli nelle polverose stanze dei castelli di queste inedite protagoniste dell’opera dantesca.
Uno squarcio alternativo in un medioevo moderno e tutto declinato al femminile, in cui le donne si trovano in bilico tra l’Inferno della quotidianità e il Paradiso di una Vita Nuova, alla ricerca costante di un Amore, per definizione, perennemente perduto. 

 

COME RAGGIUNGERCI

I posti per le serate di Luglio a Torre
si prenoteranno qui a partire dal 28 Giugno

 

 

 

chi non trova Telefriuli tra i canali televisivi
lo tova in streaming 
 cliccando qui

 

un grazie agli sponsor e a telefriuli

 

E pure a 

Osteria MINGOT   –   Sanitaria DOTTORESSE DELPUP

Floricoltura VILLALTA  –  Laboratorio Parrucche BAGNARIOL LINA